Arsenal, Wenger: non subire reti fa bene al morale

21 settembre 2009

Vito Mannone fra i pali dell'Arsenal

Vito Mannone fra i pali dell'Arsenal

Sono stato contentissimo del risultato di sabato (4-0 interno al Wigan, NdT) ed è stato positivo non incassare gol.

E’ servito al morale della squadra non far segnare il Wigan. Prendere gol è un po’ il prezzo che dobbiamo pagare al nostro stile di gioco. Abbiamo avuto probabilmente 10 occasioni da gol, sabato, e ne abbiamo concesse appena due. Ma sono certo che diventeremo sempre più sicuri quando ci saremo abituati al modo in cui intendiamo giocare.

Adesso, dopo la doppietta al Wigan, Thomas Vermaelen è il nostro capocannoniere! La cosa buona dall’inizio della stagione è che segniamo da tutte le parti del campo. Sabato abbiamo fatto quattro reti ma avremmo potuto farne di più. Anche nelle partite fuori casa – contro Manchester United e Manchester City – avremmo potuto segnare di più. Questo testimonia il nostro potenziale.

Per quel che riguarda Thomas, ero certo che avrebbe potuto adattarsi velocemente al calcio inglese ma non credevo che l’avrebbe fatto così velocemente.

E’ difficile capire a chi si debba assegnare il terzo gol perché Eduardo ha tirato ed Emmanuel Eboue ha deviato la palla alle spalle del portiere. Se il tiro fosse stato deviato da un giocatore del Wigan, il gol l’avreste dato a Eduardo?

Abbiamo discusso di questo in sede UEFA. Se il tiro è nello specchio della porta ma viene deviato da un difensore il gol è dell’attaccante. Se la palla fosse destinata fuori, sarebbe autogol.

Eboue ha giocato bene, ha fatto quel che doveva dopo i problemi che ha avuto contro il Wigan la scorsa stagione. Non bisogna dire niente, ma giocare e far bene. Che sia la gente a parlare, tu devi tacere. In questo sport bisogna reagire mentalmente. I tifosi adesso lo appoggiano perché gioca bene,con lo spirito giusto.

E’ un ragazzo sensibile ed estroverso. Gioca in difesa ma a mio giudizio ha un’attitudine creativa. E’ per questo che l’ho utilizzato a centrocampo, perché ha una buona accelerazione e un buon dribbling. Credo che fosse un po’ troppo nervoso all’inizio ma migliorerà con l’età, Diventerà meno suscettibile e migliorerà la visione di gioco negli ultimi metri. Queste qualità già s’intravvedono.

Anche Tomas Rosicky è andato bene, sabato, e toccando ferro il suo problema si è risolto. Non ha giocato una sola partita in 18 mesi. Recentemente ha giocato sia con la Nazionale della Repubblica Ceca che con noi. Non è per prudenza che l’ho lasciato in panchina contro il Wigan: per me è pronto a giocare e per me si è completamente rimesso dall’infortunio.

tratto da ‘il parere ufficiale di Wenger’ nel sito ufficiale dell’Arsenal

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: