Manchester United, il profilo di Valencia

13 ottobre 2009

una nuova giovane ala per lo United

una nuova giovane ala per lo United

L’ala ecuadoregna Antonio Valencia è stato il primo acquisto del Manchester United nell’estate 2009, essendo arrivato ai Reds dal Wigan Athletic il 30 giugno.

Il talentuoso 23enne ha già collezionato più di 30 presenze con la propria Nazionale (l’ultima delle quali contro l’Uruguay, sabato scorso, impreziosita da un gol, NdT), compresa quella coincisa con la sconfitta contro l’Inghilterra ai Mondiali del 2006. La sua prestazione in quella manifestazione gli aveva fruttato il riconoscimento della FIFA quale Miglior Giovane e l’interesse di più di un grande manager in Europa.

Fu il boss del Wigan Paul Jewell, comunque, ad assicurarselo, e così Valencia quell’anno arrivò in prestito al JJB Stadium, dopo una difficile esperienza in Spagna con il Recreativo Huelva (sempre in prestito) e il Villarreal. Erano stati questi ultimi a riconoscerne il talento, portandolo in Europa dopo averlo prelevato in Ecuador da El Nacional, già nel 2005.

Nel corso delle sue tre stagioni al Wigan, Valencia ha giocato 83 partite e segnato 7 gol. Una delle sue migliori prestazioni fu proprio contro lo United, nel gennaio del 2009, quando aveva imperversato sulla fascia destra in occasione della sconfitta rimediata all’Old Trafford.

Steve Bruce (ex difensore centrale dello United, NdT), che l’ha allenato per due anni al Wigan, lo definisce come una delle maggiori promesse del calcio inglese. La sua velocità e l’abilità di saltare l’uomo per arrivare fino alla linea di fondo erano state vitali per l’affermazione del Wigan di Bruce e in coppia con Emile Heskey era riuscito a mantenere il Club nella massima divisione nel 2007/08.

“Valencia ha una cosa che ormai in pochi hanno, cioè la capacità di dribblare,” ha dichiarato Bruce.

“Ormai sono in estinzione i giocatori in grado di correre con la palla, farsi tutto il campo e superare il difensore – non ce ne sono molti in giro. Non nascono più calciatori che vogliono dribblare, sembra che sappiamo forgiare solo il tipico giocatore inglese. Se invece c’è qualcuno a cui piace saltare l’uomo e correre palla al piede, la gente pagherà per andare a vederlo.”

dalla scheda del sito ufficiale del Manchester United

http://www.manutd.com/default.sps?pagegid=FE60904B-C2A8-4E60-9B05-700DBBC29BBC&section=playerProfile&teamid=458&bioid=93891

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: