Chelsea, Ancelotti e l’ostacolo spagnolo

20 ottobre 2009

Ancelotti e il suo secondo, Wilkins

Ancelotti e il suo secondo, Wilkins

Carlo Ancelotti schiererà contro l’Atletico Madrid la miglior formazione a sua disposizione, conscio che una vittoria rimetterebbe in carreggiata la squadra dopo la sbandata del Villa Park consentendole anche di consolidarsi in Champions League.

Ben piazzati nel Gruppo D dopo due vittorie, con una terza affermazione mercoledì sera i Blues non si garantirebbero il passaggio alla fase a eliminazione diretta ma farebbero un gran passo avanti, con la trasferta nella capitale spagnola da affrontare da qui a due settimane.

Ancelotti non potrà contare su Jose Bosingwa, per la partita di mercoledì. Il terzino destro era pronto a rientrare dopo la squalifica europea per due turni, ma un nuovo ostacolo si è frapposto.

“Bosingwa ha avuto un problema al ginocchio contro l’Aston Villa,” dice Ancelotti. “Non giocherà domani ma non credo che sia un grande problema e spero di poterlo utilizzare sabato.”

Branislav Ivanovic ha preso il posto del difensore portoghese nel secondo tempo della partita persa col Villa e aveva già giocato da terzino destro nelle vittorie di Champions League sul Porto, in casa, e sull’Apoel, fuori.

Rientra Michael Ballack, fuori nel fine settimana, ma resta fuori John Mikel Obi per un fastidio alla caviglia.

Alex, che lunedì ha giocato 45 minuti con le Riserve, è uno dei nuovi giocatori che il manager avrà presto a disposizione.

“Rientrato dall’infortunio, Alex ha giocato benissimo. Adesso deve allenarsi e per sabato sarà pronto,” riferisce Ancelotti.

La difesa del Chelsea sui calci piazzati è stato il fulcro di ogni analisi da quando il Villa ha segnato due gol su calcio d’angolo. Ci si è allenati su questo ma Ancelotti sostiene che, così come per i rigori calciati sotto pressione, sia difficile ricreare certe situazioni a Cobham (il campo d’allenamento del Club, NdT).

“Ma dobbiamo migliorare,” aggiunge, “perché puoi anche giocare una buona partita ma basta distrarsi per pochi secondi che fai un brutto risultato.”

Difende anche le prestazioni di Petr Cech in questa stagione.

“Petr è in buone condizioni. Ha un approccio fantastico perché si prende molti rischi dato che gli piace conquistare la palla sulle uscite. Ogni tanto può fare un errore ma io voglio che esca per far sua la palla.”

Una vittoria, domani, metterebbe otto punti fra il Chelsea e l’Atletico Madrid, che tutti si aspettavano che ci mettessero pressione in chiave qualificazione. E non è ancora da escludersi, avverte il manager.

“Al momento non è facile per loro perché anche il Porto è messo bene, ma nel giro di quattro partite possono ancora arrivare primi.”

“Non hanno avuto un buon inizio di stagione ma hanno ottime qualità, soprattutto in avanti. Hanno [Diego] Forlan e [Sergio] Aguero, che sono attaccanti temibili. Dobbiamo fare attenzione perché Aguero è fortissimo e può decidere un incontro.”

“Sono una buona squadra ma finora non hanno trovato la giusta disposizione tattica in campo.”

“Dobbiamo batterli non solo per ritrovare la vittoria ma anche per poter amministrare i prossimi tre impegni nel girone.”

servizio del sito ufficiale del Chelsea

http://www.chelseafc.com/page/LatestNews/0,,10268~1831806,00.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: