West Ham, Zola: “La svolta è vicina”

24 ottobre 2009

Zola confida nello spirito di gruppo

Zola confida nello spirito di gruppo

Gianfranco Zola è sicuro che non passerà troppo tempo prima che la squadra torni a vincere

Dopo aver visto la sua squadra giocare una partita combattiva, benché infruttuosa, sabato contro lo Stoke City, Gianfranco Zola si sente che la svolta in questa striscia di incontri senza vittorie è sempre più vicina.

Al Britannia Stadium, dopo essere andati subito sotto per il rigore di James Beattie, gli uomini di Zola hanno recuperato e sono tornati in partita grazie a un magnifico colpo di testa di Matthew Upson a undici minuti dall’intervallo. Sostenuti da un consistente gruppo di tifosi in trasferta, al rientro in campo sono stati proprio gli ospiti a farsi più pericolosi.

L’apporto principale è stato quello degli indefessi Valon Behrami, Jack Collison e Mark Noble, i punti forti del rombo di centrocampo. Ma col passare dei minuti è stato lo Stoke a venire fuori e segnare il gol decisivo su uno spunto del solito Beattie che al 68’ ha realizzato il 2-1 della vittoria della squadra di casa.

Davanti ai microfoni, più tardi, si è parlato soprattutto di un episodio che non sarebbe stato debitamente valutato dall’arbitro Martin Atkinson, avvenuto appena quattro minuti dopo la seconda segnatura di Beattie. Robert Huth avrebbe colpito in faccia Upson e se l’arbitro avesse reputato l’intervento come violento ci sarebbero sicuramente stati cartellino rosso per il tedesco e calcio di rigore.

“Ho visto l’episodio [in un secondo tempo],” ha detto Zola. “Adesso Matthew sta bene e gli sono stati dati alcuni punti. Rivedendo l’intervento dopo la partita, avrebbero dovuto espellerlo (Huth, NdT). Posso solo presumere che l’arbitro non se ne sia accorto.”

“Non ne ho parlato con l’arbitro. Non credo che sia necessario. Posso solo immaginare che non l’abbia visto dato che era abbastanza chiaro che ci stesse l’espulsione.”

In quanto alla partita nel suo complesso, il manager ha espresso il proprio disappunto per non aver portato a casa nemmeno un punto. “Insomma, è frustrante per noi non aver guadagnato nemmeno un punto perché loro hanno segnato il secondo gol quando sembrava che fossimo noi a poter vincere. Per me non è semplice parlarne.”

“E’ difficile dire qualcosa ai ragazzi perché credo che abbiano dato tutto. Sono rinfrancato dal fatto che giocando così le cose cambieranno presto – che è tutto quel che posso dire al momento.”

Un’altra volta il manager si è rammaricato perché la sua squadra ha pagato per dei piccoli errori. “E’ come l’anno scorso. Per ora veniamo puniti per ogni leggerezza che commentiamo. Il secondo gol avremmo potuto evitarlo facilmente, ma abbiamo sbagliato a centrocampo e loro hanno segnato.”

“Le cose non stanno girando ma la squadra vuole migliorare. Da come ha giocato capisco che la svolta è davvero vicina.”

servizio del sito ufficiale del West Ham United

http://www.whufc.com/page/News/0,,12562~1829270,00.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: