Boca, il Pato parla ai giornalisti

27 ottobre 2009

Abbondanzieri ha vinto tutto col Boca

Abbondanzieri ha vinto tutto col Boca

Dopo il Superclasico, che è finito con un pareggio, Roberto Abbondanzieri ha rotto il silenzio e ha parlato della sfida di domenica scorsa, della sua prova e del suo presente. Il Sito Ufficiale ti racconta quel che ha detto uno dei suoi protagonisti

Riguardo la partita, ha detto questo: “E’ stato un derby abbastanza strano. Non credevamo, all’inizio, che avremmo giocato un primo tempo così brutto, in quel modo. Abbiamo lasciato che il River prendesse confidenza, anche se non era in forma, e questa è stata colpa nostra. Il River non poteva perdere contro di noi, ma gliel’abbiamo permesso soprattutto noi. Non abbiamo fatto niente di quel che avevamo programmato.”

La ripresa ha presentato situazioni strane: “Nel secondo tempo ci sono state due espulsioni in rapida successione. Lì le cose si son fatte difficili per noi, ma ne è uscito un confronto più aperto e questo ha favorito il Boca.”

In quanto alla propria prestazione, il Pato si è detto soddisfatto: “Sto andando bene. Non è una delle stagioni migliori ma va bene così. Non ho perso un solo minuto e questo è importante. Non è che avendo 37 anni debba per forza stare in porta nel Boca e non mi possano sostituire. Il rendimento può essere più regolare ma nessuno mi regala niente. Mi sembra di star migliorando, quando serve mi faccio sempre valere.”

Poi ha fatto riferimento alla propria decisione di non parlare coi giornalisti: “Nel calcio ci conosciamo tutti, io sto al Boca da 12 anni e ne conosco tutti i meccanismi. Non mi sembra di essere mal disposto, con la stampa mi sono sempre comportato bene e ho l’impressione che di questo a volte non si tenga conto. Ma siamo fatti così, è per questo. Ho una famiglia numerosa che ha sofferto perché sono stato in giro per il mondo. Sono tornato al Boca e per sei mesi sono stati dolori. Non credo nemmeno che Abbondanzieri sia così terribile, o che lo si debba distruggere in un qualsiasi modo. E’ una misura precauzionale che ho preso. Rispetto moltissimo i giornalisti, voi avete bisogno di noi e noi di voi per chiarire alcune cose.”

Essere il portiere del Boca ti mette sotto i riflettori: “Sono un portiere conosciuto e non posso commettere errori.”

Sul gol del River, Abbondanzieri chiarisce: “Gallardo non è un pivello, è un grande giocatore con un grandissimo tiro. Questo (il suo gol su punizione, come sei mesi fa, NdT) sottolinea quel che dovevamo fare: non far ripetere la cosa dandogli l’opportunità di battere quella punizione.”

Il Boca è venuto fuori nella ripresa, ma questo non è piaciuto al portiere: “Ieri (domenica, NdT) non abbiamo fatto un grande secondo tempo. Credo che prima del Velez non stessimo giocando bene. Poi, per come stavamo, aver fatto 10 punti su 12 è buono. Dobbiamo tornare a vincere in fretta. Abbiamo bisogno di vincere il campionato, lottare fino all’ultima giornata.”

Infine, ha fatto una riflessione sui veterani: “Il gruppo del Boca dura grazie a questo tipo di giocatori. I grandi giocatori sono quelli che stanno emergendo nelle ultime partite, si distinguono sempre. Al momento sono quelli che tengono su il Boca.”

servizio del sito ufficiale del Boca Juniors

http://www.bocajuniors.com.ar/noticias/2009/10/26/el-pato-dialogo-con-la-prensa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: