Duda Kroeff guida il Club da un anno e mezzo

Il Presidente ha festeggiato il successo gremista a Rio

Il presidente Duda Kroeff ha gioito per la vittoria gremista (in Copa do Brasil per 3-2, NdT) a Rio de Janeiro in casa della Fluminense. A suo giudizio è stato un successo tipicamente da Gremio. Per Duda, Douglas è stato il vero protagonista dell’attacco: “E’ un giocatore diverso dagli altri, da del tu alla palla ed è un lottatore,” ha dichiarato il Presidente.

Duda Kroeff ha sottolineato anche la forza della squadra, individuando in questo un possibile vantaggio per la sfida di settimana prossima: “La Fluminense è un grande Club, importante, ma il Gremio è un vero gruppo, è così che abbiamo voluto impostare la squadra a inizio stagione,” ha concluso.

articolo del sito ufficiale del Gremio
http://www.gremio.net/news/view.aspx?id=10520&language=0

Annunci

la difesa del San Paolo può entrare nella storia

La difesa ha eguagliato la prestazione del 1974, portando a termine la quinta partita consecutiva senza subire gol

Non è un mistero e non sorprende nessuno il buon momento che sta attraversando la difesa são-paulina in Coppa Libertadores. Ma gli elogi non sono mai abbastanza per una prestazione tanto positiva. Martedì prossimo, contro l’Universitario (peruviano, NdT), al Morumbi il San Paolo potrà battere un record della competizione.

Con cinque partite senza subire gol, il Tricolor paulista ha eguagliato il proprio miglior risultato in chiave difensiva. Nel 1974, anche la linea difensiva costituita da Paranhos e Arlindo non aveva concesso gol per cinque partite. Si tratta della miglior prestazione realizzata da allora.

Nell’attuale edizione della Libertadores, il San Paolo ha subito gol solo in uno dei sette incontri fin qui disputati: è stato in occasione della sconfitta per 2-1 contro l’Once Caldas, in Colombia. Da allora, ha giocato cinque partite rimanendo imbattuto.

Uno dei protagonisti di questo buon risultato è il difensore centrale Alex Silva. Il numero 3 ha debuttato in Coppa contro il Nacional, in Paraguay, e da allora non ha fatto segnare nessuno. Nonostante questo, dice che i meriti vanno divisi con gli attaccanti.

“L’attacco ci ha aiutati molto oggi (mercoledì) e anche ad esso va il merito per il risultato ottenuto contro l’Universitario. Washington si è dato molto da fare a centrocampo. Dagoberto si è impeganto sulle fasce per dar man forte. Se la difesa non è stata superata è anche grazie al loro apporto,” ha spiegato Pirulito,come lo chiamano in squadra.

Martedì prossimo, se non prende gol la difesa risulterà decisiva per la qualificazione ai quarti. L’unica assenza in quel reparto sarà quella di Richarlyson, che avrebbe dovuto giocare sulla fascia sinistra: il numero 20 è stato infatti espulso a Lima e sarà squalificato.

(…)

da un servizio di Kaue Freitas per il sito ufficiale del San Paolo
http://www.saopaulofc.net/v4/noticias2NOVO2.asp?PLC_map_001_c=02.01&PLC_cng_ukey=402971013399BGCPQA

Adriano trascina il Flamengo in Coppa

Il tecnico Rogério Lourenço elogia la dedizione di Adriano e confida in lui anche per il ritorno

“Il ritorno dell’Imperatore”. Così titolerei il film. L’andamento della stagione 2010 di Adriano con la maglia del Flamengo infatti assomiglia a una sceneggiatura. Il numero 10 del Club di Gávea è stato un eroe in occasione della vittoria per 1-0 sul Corinthians (giocata mercoledì sera e valevole per l’andata degli ottavi di finale della Copa Libertadores, NdT) al contrario di quel che accadde quando sbagliò un rigore nella finale della Taça Rio contro il Botafogo. Ma quel che importa è che l’Imperatore sta continuando a essere protagonista e ad avere l’appoggio dei suoi.

Il difensore centrale David, per esempio, non fa mistero dell’ammirazione che ha per il compagno di squadra. Per lui con Adriano in forma il Flamengo può vincere tanto. Stessa cosa per la Nazionale, per cui l’Imperatore vuole così tanto giocare ai Mondiali del Sud Africa.

“Adriano non segnava da un po’ quindi siamo stati tutti contenti per il suo gol di oggi. Ha giocato una gran partita. Ha aiutato in fase difensiva e ha saputo tener palla là davanti quando ce n’era bisogno. Grazie a lui abbiamo mantenuto il risultato. Credo proprio che stia tornando alla forma passata e lo aiuteremo a ottenere un posto per la Coppa del Mondo,” ha detto.

Il tecnico Rogério Lourenço (ex allenatore delle giovanili del Flamengo e del Brasile Under 20, NdT) conosce Adriano fin dai tempi in cui non era ancora l’Imperatore, ma solo Scooby, appena arrivato nella prima squadra del Flamengo. E l’ex difensore sapeva bene già allora che il suo compagno era un giocatore diverso dai più.

“Ho visto Adriano diventare professionista quando era alla fine della mia carriera da giocatore e mi sono accorto che aveva un potenziale straordinario. Durante questi pochi giorni di lavoro da allenatore ho visto un Adriano concentrato e in forma. E’ tornato a giocare bene e basta questo a capire quanto tenga al Flamengo,” ha aggiunto.

Ricordiamo che Adriano in questa stagione ha già segnato 13 gol e fatto 5 assist in 14 partite. Quello fatto contro il Corinthians è il suo secondo centro in Coppa Libertadores.

articolo del sito ufficiale del Flamengo
http://www.flamengo.com.br/site/noticias/noticia.php?id=8923