WBA, Di Matteo è il paparino!

11 aprile 2010

Di Matteo festeggia la promozione

Di Matteo ha paragonato la sua squadra, capace di ottenere la promozione, a un bambino cui deve insegnare a correre dopo averlo visto gattonare dietro alla Barclays Premier League

Al termine di una tiratissima vittoria per 3-2 a Doncaster, i Baggies si sono assicurati un posto nella massima Divisione per la quarta volta in nove stagioni.

E Di Matteo si augura di essere l’uomo capace di trasformare il Club in una delle squadre dell’élite d’Inghilterra.

L’ex stella del Chelsea è stata capace di riportare la squadra nell’Olimpo quando mancano ancora tre giornate al termine di questo primo campionato sponsorizzato Coca-Cola cui partecipa.

E ha confessato di voler celebrare la conquista coi suoi più grandi sostenitori, cioè la moglie Zoe e i loro tre figli.

“Non vedo l’ora di essere in Premier League, non ci ho mai partecipato da allenatore,” ha detto il tecnico di Hawthorns.

“E’ come se fosse il tuo bambino, devi imparare a camminare e l’anno dopo dobbiamo imparare a correre.”

“Non vedo l’ora di affrontare la sfida, e ce la metteremo tutta.”

Ma stasera voglio solo godermi il momento, e forse anche domani.”

“Festeggerò con la mia adorabile moglie e i nostri tre figli, che mi hanno appoggiato negli ultimi due anni.”

“Sono sempre solidali con me e questo a volte è stato difficile.”

servizio del sito ufficiale del West Bromwich Albion
http://www.wba.co.uk/page/News/0,,10366~2020873,00.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: