Fluminense, Muricy sa approfittare come pochi altri della sosta per i Mondiali

9 giugno 2010

c'è un altro titolo nel destino di Muricy?

Sarà un segno del destino? I giocatori del Fluminense sono convinti di sì. Fatto sta che il tecnico Muricy Ramalho ha già dimostrato di saper sfruttare il poco tempo a disposizione avuto ogni giorno per realizzare un buon lavoro, pretendendo che tutti dessero il massimo in ogni allenamento. Immaginiamoci di cosa sarà capace con alcune settimane senza impegni ufficiali, da dedicare esclusivamente alla tattica. Il destino, infatti, vuole che l’allenatore possa disporre di 24 giorni, durante la sosta per i Mondiali, per preparare ancora meglio la squadra in vista della ripresa del Campionato Brasiliano, esattamente come gli era accaduto all’inizio della sua esperienza col San Paolo, con cui avrebbe conquistato il suo primo (di tre consecutivi, NdT) titolo nazionale. Che la storia stia per ripetersi?

“Questo è un ottimo segnale. Spero che riesca a ripetersi, adesso che è al Fluminense. Questa notizia non fa altro che rafforzare la nostra convinzione di essere sulla giusta strada,” ha affermato il laterale destro Mariano.

Terzo in classifica, il Flu avrà una grande occasione per portarsi al comando già alla prossima giornata, dato che Ceará e Corinthians, entrambe con due punti in più, si scontreranno. Un pareggio fra queste due squadre e il contemporaneo successo del Tricolor sul Gremio Prudente, a Rio de Janeiro, proietterebbero il Flu in vetta alla classifica. Proprio come Mariano, anche Diogo sente che la squadra sia nella giusta direzione e che il tecnico Muricy, al di là del suo talento, possa essere un talismano.

“Spero che possa ripetere col Fluminense quanto di buono ha fatto al San Paolo. Credo che quest’interruzione per i Mondiali arrivi davvero al momento giusto, perché ci consentirà di ripetere con lui quel che ha già fatto,” ha considerato il centrocampista Diogo.

Muricy ha ha già chiarito che per lui nel calcio la fortuna non esiste e che le vittorie dipendono esclusivamente dall’impegno che si mette negli allenamenti. Tutto meno che superstizioso, ha una sola cosa in testa: il lavoro.

“A mio giudizio questa sosta ci farà molto bene. Avrò l’opportunità di conoscere meglio i giocatori (tra cui Fred, NdT), di lavorare con quelli di loro che sono arrivati da poco e anche con quelli che si uniranno a noi. E’ come un altro precampionato intensivo durante il quale la squadra può solo crescere.”

Non resta altro che aspettare quest’altro sprazzo di stagione, augurandosi che arrivi il primato in classifica e che il destino metta un altro suo tassello trasformando il tecnico tricolor nel re dei campionati brasiliani, soprattutto negli anni dei Mondiali.

servizio di Paola Antunes per il sito ufficiale del Fluminense
http://www.fluminense.com.br/materia_interna.asp?idn=10627

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: