Fluminense, Muricy spiega la propria scelta

29 luglio 2010

Muricy Ramalho ha detto 'no' al Brasile: ha un impegno a Laranjeiras

Come se non più di venerdì scorso, domenica sera tutti stavano addosso a Muricy Ramalho. Dato che l’allenatore tricolor non aveva ancora rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale dopo aver rifiutato l’invito della CBF (la Federazione, NdT) a sedere sulla panchina della Nazionale e aveva chiarito che si sarebbe pronunciato solo al termine del derby col Botafogo nel corso dell’abituale conferenza stampa, l’aspettativa era ancora più grande e la partita è passata decisamente in secondo piano nella sala stampa dell’Engenhão (lo stadio del Botafogo, NdT).

Riguardo la partita, terminata con un pareggio per 1-1, il tecnico ha ammesso che non gli è piaciuta, è stata nervosa ed è leggermente migliorata solo nel secondo tempo (…).

Muricy ha poi ringraziato il Presidente della Federazione, Ricardo Teixeira, ricordando però che la sua professionalità l’ha sempre portato a onorare gli impegni presi, e dato che ha un accordo in essere con la dirigenza tricolor non avrebbe lasciato la sua attuale squadra.

“Chiaramente non è facile, perché tutto ruotava intorno al Fluminense. Nella vita ognuno decide come comportarsi e poi deve rispettare le proprie scelte. Io faccio così da sempre. Ho parlato col Presidente e con l’assessore della CBF Rodrigo Paiva. Sono stati estremamente cortesi ma gli ho spiegato che per accettare avrei dovuto tradire il Club con cui mi trovo, e mi hanno capito. E’ un peccato, perché era una grandissima occasione, ma non posso prendere un nuovo impegno senza aver prima assolto quello che ho.”

Il tecnico ha confermato di sentirsi molto ben voluto al Fluminense e che non sarebbe stato fiero di abbandonare il progetto che lo lega al Club.

“Voglio essere fiero di me stesso. Se non mi pongo bene con chi mi tratta bene, come per esempio il Fluminense, mi sento a disagio. Non mi piace piantare in asso la gente. Ne ho fatto una regola di vita. E qui sono ottimisti, sono contenti del mio lavoro e me lo hanno dimostrato attraverso un accordo biennale.”

Muricy ha poi voluto augurare ogni bene a Mano Menezes, che ha accettato l’incarico dalla Federazione (lasciando il Corinthians, NdT) dopo che lui l’aveva rifiutato, specificando che la sua decisione non è dipesa dalla grandissima pressione derivante dal fatto che i prossimi Mondiali si giocheranno in Brasile (…).

da un servizio di Paola Antunes per il sito ufficiale del Fluminense
http://www.fluminense.com.br/materia_interna.asp?idn=11017

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: