Pires ai tempi dell'Arsenal

A London Colney si è rivisto un viso familiare, quello dell’idolo locale Robert Pires

Il francese è stato un grande protagonista dei cosiddetti Invincibili che terminarono la stagione 2003/04 di Premier League senza subire sconfitte. Al momento è un free agent, essendosi svincolato dal Villarreal nel corso dell’estate.

Come David Beckham e Sol Campbell, anche Pires ha avuto il permesso di allenarsi al campo dell’Arsenal.

Pires ha giocato con Arsène Wenger ben 284 partite fra il 2000 e il 2006, segnando 84 gol. Ha vinto per due volte il Double (campionato e FA Cup) e suo è stato il gol vincente nella Finale di Coppa del 2003. Inoltre nel 2002 è stato eletto Giocatore dell’Anno nel 2002.

Ormai 36enne, l’anno scorso era già tornato nel nord di Londra in occasione dell’incontro disputato da Arsenal e Villarreal all’Emirates Stadium, valevole per i quarti di finale della Champions League.

articolo dal sito ufficiale dell’Arsenal

http://www.arsenal.com/news/news-archive/arsenal-legend-training-at-london-colney

Lansbury è già entrato nella storia dei Gunners

Henri Lansbury racconta come aver fatto gol agli Spurs martedì sera (in Coppa di Lega, NdT) sia stato un sogno. Adesso non vede l’ora di avere altre occasioni di dimostrare quanto vale

Appena 19enne, reduce dall’aver segnato il gol d’apertura nella sfida di White Hart Lane, che è stato anche il suo primo in un derby del Nord di Londra – oltre che il primo in assoluto da professionista – Lansbury ha dimostrato di essere più maturo della media, per la sua età.

Dopo aver giocato un ruolo da protagonista in questa vittoria per 4-1, il giovane prodotto dell’Arsenal ha confessato di essere contento di aver trovato spazio in un’occasione tanto importante.

“E’ stato davvero incredibile per me essere titolare stasera e poter dimostrare quel che so fare. Scendere in campo contro i nostri rivali e segnare è un sogno,” ha detto Lansbury.

“Venire qui [e giocare] è il massimo. Oggi mi avevano chiamato tutti i miei amici, mi chiedevano ‘Allora giochi? Allora giochi?’”

“Chiaramente provo a essere titolare tutte le settimane, è per questo che voglio restare in prima squadra. Devo solo continuare a impegnarmi in allenamento, così magari avrò un’opportunità”

“E’ stato bello andare sul tabellino dei marcatori e la squadra, tutta, ha giocato benissimo.”

“Giocare un derby di Londra è davvero un’esperienza speciale. E vedendo come gioca la prima squadra voglio far parte di tutto questo.”

“Per i tifosi, poi, vincere qui è sempre bellissimo. Stasera abbiamo dato spettacolo per loro.”

servizio di Giuseppe Muro per il sito ufficiale dell’Arsenal
http://www.arsenal.com/news/news-archive/lansbury-scoring-at-spurs-is-like-a-dream

Arsenal? No, Braga

Arsenal e Sporting Braga non si sono mai incontrati in partite ufficiali ma esiste fra essi un grande legame che merita di essere considerato

Quando mercoledì (stasera, NdT) la squadra portoghese arriverà all’Emirates Stadium per disputare il primo incontro di Champions League, di fatto entrerà in casa del Club che ha lasciato un marchio indelebile sulla sua identità.

Nel 1921, il Braga cambiò i suoi colori originali, che consistevano in due larghe strisce verticali verdi e bianche, in quelli rossi per le maglie e bianchi per i calzoncini.

Il motivo? Perché il loro allenatore Josef Szabo si era a tal punto innamorato dell’Arsenal nel corso di una visita a Highbury che aveva deciso di adottare i colori di quella squadra di Londra.

Il fascino dell’Arsenal su Szabo era tale che il Braga arrivò a cambiare la denominazione delle giovanili in Arsenal do Braga. E da quando i colori della loro squadra mutarono, i tifosi vennero chiamati Arsenalistas.

articolo dal sito ufficiale dell’Arsenal
http://www.arsenal.com/news/news-archive/braga-arsenal