l'ex giocatore di Atletico, Real e Barcellona siede ora sulla panchina delle Aquile Nere

“Ultimamente abbiamo giocato su terreni terribili. Quello di stasera non ha fatto eccezione rispetto a quello di settimana scorsa. Non è possibile giocare un buon calcio su campi tanto tovinati, si corre il rischio di perdere come ci è successo nello scorso turno. Vincere con un risultato così rotondo (4-1 al Karabukspor, NdT) in condizioni tanto avverse è ovviamente molto appagante.”

“Come potete vedere, stiamo migliorando a ogni nuova uscita, ma quest’anno non ci sono partite facili. Tutte le squadre hanno giocatori di talento e tutti possono battere tutti, ovunque, sempre. Ci converrà stare attenti, allora, indipendentemente da dove giocheremo.”

“Stesso discorso per i nostri avversari di Europa League (il Rapid Vienna, NdT). Possono non sembrare troppo forti sulla carta, ma restano duri da battere. In ogni caso conto di terminare il Gruppo al primo o al secondo posto al massimo. Non sarà facile ma questa squadra è in grado di passare la fase a gironi.”

articolo dal sito ufficiale del Besiktas
http://www.bjk.com.tr/en/haberler.php?h_no=2853