'Luxa' è tornato a casa

L’attaccante e il nuovo allenatore rossonero avevano già lavorato insieme al Santos e al Cruzeiro

I curriculum di Deivid e Luxemburgo sono di prim’ordine. Il primo, come attaccante, ha già vinto due campionati brasiliani, una Copa do Brasil, un campionato del Minas Gerais e uno di Rio-San Paolo. Il tecnico, da parte sua, ha nel palmarès cinque titoli brasiliani, una Copa do Brasil, otto Paulisti, due di Rio-San Paolo e uno del Minas Gerais. Fra tante conquiste, i due hanno condiviso quelle col Cruzeiro, nel 2003, e col Santos, nel 2004.

Nella squadra mineira hanno conquistato tre titoli in una sola stagione: quello statale, la Copa do Brasil e il Brasileiro, che l’anno seguente hanno fatto loro ancora col Santos. Per questo motivo Deivid non vedeva l’ora di riabbracciare l’allenatore. Ora, con la maglia del Flamengo di cui entrambi sono sempre stati tifosi, spera che possano ripetere quei successi.

“Magari riuscissimo a ripeterci qui… Sono molto contento del suo arrivo e sono certo che possa davvero aiutarci. Con lui ho fatto delle ottime campagne, abbiamo vinto trofei e faremo di tutto per vincere ancora, questa volta per il Flamengo,” ha dichiarato.

L’attaccante ha solo parole di elogio per il modo di lavorare del ‘nuovo, vecchio’ allenatore. A detta sua, l’esperienza di Luxemburgo e la conoscenza che ha di questo mondo prima da giocatore e poi da tecnico possono fare la differenza quando si tratta di dirigere una squadra.

“E’ una persona intelligente, che ha già vinto molto sia sul campo che dalla panchina. Ha esperienza, sa condurre una squadra e questo fa la differenza, sicuramente. Io dico che il suo lavoro darà buoni frutti qui al Flamengo,” ha concluso.

da un articolo del sito ufficiale del Flamengo
http://www.flamengo.com.br/site/noticias/noticia.php?id=10673

Annunci

segna Kleber e il Palmeiras risale in classifica

Dopo aver battuto in trasferta il Gremio Prudente, il Palmeiras si è spostato a Rio de Janeiro per affrontare il Flamengo in una partita valida per la 25° giornata del Campionato Brasiliano, 6° di ritorno. L’incontro si è disputato sabato all’Engenhão ed è stato il 100° fra le due squadre nel corso di competizioni nazionali. Chi ha tratto soddisfazione da questa importante occasione è il Palmeiras, che ha vinto per 3-1 e ha potuto quindi tornare a San Paolo coi 3 punti in tasca. All’uscita dal campo, Kleber, autore di una doppietta, ha parlato ai giornalisti.

“Abbiamo saputo affrontare il Flamengo come si deve. Siamo riusciti a sfruttare i contropiede,” ha spiegato il Gladiatore.

Kleber si è detto contentissimo per questa vittoria esterna del Palmeiras, ma ha detto che dovranno stare attenti nelle prossime partite: “Siamo felici di aver vinto in trasferta, ma adesso dobbiamo migliorare e riuscire a vincere anche in casa (cosa che non si verifica da metà agosto, NdT),” ha avvertito.

Con questa vittoria, il Verdão ha raggiunto quota 35 punti e l’8° posto in classifica. Il prossimo impegno sarà in casa contro l’Internacional, mercoledì 29 settembre alle 19.30 (ora locale, NdT), e rientrerà nel programma della 26° giornata del Brasileirão.

da un articolo dal sito ufficiale del Palmeiras
http://www.palmeiras.com.br/noticias/2010/09/26as03h57-id3398-kleber+comemora+resultado+mas+quer+vencer+em+casa.shtml

l'attaccante è l'amuleto del Tricolor nel Fla-Flu

Tre gol in due partite. E’ questo il bel tabellino di Rodriguinho contro il Flamengo. Buona stella contro i rivali? L’attaccante è convinto di sì, soprattutto perché tutte le reti che ha fatto con indosso la maglia del Tricolor sono venute contro i rossoneri. Dopo che ieri sera (domenica, NdT), allo stadio , ha messo a segno una doppietta che è valsa il pareggio per 3-3, il numero 10 ha sottolineato come la squadra abbia lasciato il campo fra gli applausi dei tifosi pur avendo perso la testa della classifica (a vantaggio del Corinthians, NdT).

“L’appoggio ricevuto alla fine della partita è stato importante, ci dà forza. Ci stanno capendo. Desideriamo che ci sostengano, mancano ancora 15 partite e niente è perduto. Daremo il massimo e questo appoggio sarà determinante per la rincorsa al titolo.”

I suoi gol sono stati elogiati dall’allenatore Muricy Ramalho, che ha ricordato quanto l’attaccante abbia fatto bene nelle ultime due uscite.

“Rodriguinho aveva giocato bene la precedente partita, contro il Corinthians, e così l’ho rimesso in campo. Qui funziona così: gioca chi sta bene e se invece ha fatto male dobbiamo vedere cosa cambiare. E’ un giocatore pericoloso in area di rigore, opportunista, e ha fatto quel che ci aspettavamao da lui,” ha spiegato l’allenatore tricolor.

Dopo questa serata che non si aspettava, Rodriguinho spera di avere un’altra occasione contro l’Atletcio Mineiro, mercoledì, e chiarisce di non voler sfruttare il proprio talento solo contro i rossoneri.

“Diciamo che posso essere un predestinato contro il Flamengo. Ma lavoro sempre per ottenere il massimo, solo che le occasioni sono capitate contro di loro. Non è un caso però, semmai il risultato del lavoro fatto. Sfortunatamente in altre occasioni non ho avuto altrettante opportunità e anche quando ci sono state non ho saputo approfittarne. Ora spero di averne un’altra contro l’Atletico e voglio davvero ripetere questa mia buona prova,” ha concluso.

servizio di Paola Antunes per il sito ufficiale del Fluminense
http://www.fluminense.com.br/index.php?option=com_content&view=article&id=567:rodriguinho-lava-a-alma-contra-o-fla-e-comemora-a-volta-da-confianca&catid=46:destaque