Ajax, acquistato Tainio

8 settembre 2010

Tainio arriva in prestito gratuito dal Sunderland

L’Ajax ha raggiunto un accordo con Teemu Tainio. Il centrocampista finlandese arriva a costo zero dal Sunderland e si è già legato al Club di Amsterdam fino al 30 giugno 2011.

Teemu Tainio è nato il 27 novembre 1979 a Tornio, in Finlandia. Dopo aver esordito con l’Haka Valkeakoski, ha giocato fra gli altri all’Auxerre e poi al Tottenham. Tainio ha anche collezionato 54 presenze con la Nazionale.

Martin Jol, (allenatore dell’Ajax, NdT), ha dichiarato: “Sono contento che siamo riusciti a rinforzarci all’ultimo giorno utile. Teemu è in grado di giocare ovunque, a centrocampo. Posso schierarlo a destra, al centro e sulla sinistra. E’ un vincente, con una grande mentalità. Ho lavorato con lui al Tottenham Hotspur e da allora non ho mai smesso di seguirlo. Sono davvero grato alla dirigenza del Sunderland per la collaborazione, dato che sono ancora legati da contratto. Solo grazie a loro abbiamo potuto acquisire Teemu.”

articolo dal sito ufficiale dell’Ajax
http://english.ajax.nl/News/Archive/Article/Ajax-signs-Teemu-Tainio.htm

Annunci

stagione da protagonista per il giovane Suarez

Vincere la Coppa d’Olanda per la diciottesima volta ha fatto contente molte persone all’Ajax, giovedì sera (6 maggio scorso, NdT). Dopo la vittoria nella finale di ritorno (4-1 sul campo del Feyenoord, NdT), i giocatori hanno detto la loro, entusiasti e con la coppa in bella mostra.

Sorridentissimi, i giocatori dell’Ajax si sono diretti verso il pullman dopo essere stati premiati e aver festeggiato negli spogliatoi. In questo frangente sono transitati dalla cosiddetta zona mista, dove i giornalisti erano pronti a raccogliere le impressioni dei vincitori della Coppa. “Questa ha tutta l’aria di essere una ricompensa per una bella stagione,” ha detto con soddisfazione Gregory van der Wiel. ”Aver perso il campionato per un solo punto, domenica scorsa, è stata dura da mandar giù. Ma adesso abbiamo avuto il nostro premio.”

(…)

Chiaramente Siem de Jong è stato al centro dell’attenzione. De Jong, in grande forma e dimostratosi anche un eccellente attaccante nella seconda parte dell’anno, giovedì sera ha realizzato una doppietta, esattamente come all’andata. “E’ sempre bello quando si segna spesso. Soprattutto in una finale di Coppa,” è stato il suo pacato commento, che ha fatto il paio con un gran sorriso di soddisfazione. Sulla rete in apertura di Suarez, che ha letteralmente lanciato l’Ajax, ha detto: “Loro sapevano che eravamo in grado di segnare velocemente,” chiaro riferimento alla partita di andata all’ArenA, dieci giorni fa, quando aveva segnato due volte in soli sette minuti, decidendo il risultato.

Il fatto che la celebrazione sia avvenuta di fronte a spalti vuoti, senza i tifosi dell’Ajax, non ha diminuito la gioia per Van der Wiel. “Abbiamo festeggiando sul campo,” ha detto il difensore. “Ma quel che conta di più è che 10.000 nostri tifosi stasera hanno seguito la partita dall’ArenA. Spero che ce ne saranno 20.000 là quando torneremo per le celebrazioni in programma allo stadio. Sarebbe bellissimo!”

da un articolo del sito ufficiale dell’Ajax
http://english.ajax.nl/News/Archive/Article/We-rewarded-ourselves.htm

Ajax, la Scuola Calcio

6 settembre 2009

Scuola Calcio dell'Ajax

Scuola Calcio dell'Ajax

La Scuola Calcio dell’Ajax è famosa in tutto il mondo. L’obiettivo dell’Ajax è di trasformare giovani calciatori di talento in professionisti di prim’ordine. Solo i migliori sono destinati a raggiungere il successo al termine di un difficile e spesso lungo percorso. Johan Cruijff, Marco van Basten, Frank Rijkaard, Wim Kieft, Dennis Bergkamp e Patrick Kluivert sono solo alcuni dei campioni di fama internazionale che hanno completato con successo il percorso alla Scuola Calcio.

All’Ajax, la formazione di campioni è fondamentale. E’ anche per questo che la Scuola Calcio è considerata il principale serbatoio del calcio olandese. Più vai avanti, più è difficile mantenere il posto e raggiungere l’obiettivo finale: giocare all’Amsterdam Arena. Non più di un paio di giocatori all’anno ce la fa.

L’Ajax è costituito in buona parte da giocatori che provengono dalla sua Scuola Calcio. Le giovanili sono allenate esattamente come la prima squadra, così le nuove leve si abituano fin da subito al modulo di gioco del Club.

I marchi di fabbrica dell’Ajax sono il modulo 4-3-3, l’allenamento, l’educazione e le regole di comportamento. Il Club fa di tutto perché il suo stile calcistico sia riconoscibile: un gioco piacevole, offensivo, fantasioso, veloce e preferibilmente condotto lontano dalla propria area, nella metà campo avversaria.

L’Ajax ha sviluppato il modello conosciuto come TIPS, acronimo per Tecnica, Interiorità, Personalità e Sveltezza. Ognuno di questi aspetti è trattato in un certo modo: P ed S sono generalmente qualità innate, mentre I e T possono essere sviluppate ulteriormente. Ai giocatori viene assegnato il passaporto dell’Ajax, in cui sono annotati tutti i suoi conseguimenti.

Da notare che la Scuola Calcio dell’Ajax non accetta candidature individuali esterne. Vi si entra a far parte solo al termine di un lungo periodo di osservazione condotto su iniziativa del Club. Richieste d’iscrizione inviate per mail non vengono considerate.

dal sito ufficiale dell’Ajax

http://english.ajax.nl/Youth-Academy.htm