il Barcellona ha vinto 20 campionati spagnoli

Mercoledì (oggi) al Nou Camp contro lo Sporting Gijon il Barça giocherà la sua 2.500° partita in campionato

Anche l’Athletic Bilbao e il Real Madrid, gli unici altri Club a essere sempre stati nella massima divisione spagnola da quando è nata nel 1928/29, raggiungeranno questo traguardo scendendo in campo martedì (l’articolo è del 21 settembre, NdT).

A partire dalla prima stagione, iniziata al Sardinero il 12 febbraio 1929, nei successivi 80 anni il Barça ha avuto i suoi alti e bassi, vincendo il suo primo titolo al termine dell’Età dell’Oro del Club (1919-29), per poi attraversare una lunga crisi che avrebbe attraversato gli anni Trenta e il dopoguerra. (…)

Durante la Guerra Civile, la Repubblica organizzò un campionato fra Catalonia e Valencia, conosciuto col nome di Campionato Mediterraneo e che il Barcellona fece suo conquistando 20 punti in 14 partite. Nonostante il campionato fosse ufficiale, la giunta fascista salita al potere dispose che tutti i tornei disputati in zone Repubblicane fossero sospesi e annullati, il che significa che quei 14 incontri non rientrano nel computo di quelli del Campionato Spagnolo.

Il Barça conquistò il suo successivo titolo nel 1944/45, dopo 16 anni di digiuno, ma nei seguenti 16 vinse altre 6 volte, divenendo un punto di riferimento per il calcio spagnolo (…). Nelle successive 20 stagioni, quindi, vinse altri 10 campionati, qualcosa che in precedenza aveva impiegato ben 60 anni a fare.

da un servizio di Vanessa Forns e Manel Tomàs per il sito ufficiale del Barcellona
http://www.fcbarcelona.com/web/english/noticies/futbol/temporada10-11/09/21/n100921113039.html

Annunci

il 'Jefecito' è capitano dell'Argentina

Sabato, presso la Ciutat Contal dove si è recato per sottoporsi alle visite mediche e firmare il contratto, Javier Mascherano aveva affermato che arrivare al Barcellona è per lui un sogno che si avvera

Il centrocampista argentino, sul punto di trasferirsi dal Liverpool al Camp Nou, era visibilmente compiaciuto mentre posava per i fotografi, subito prima di essere intervistato da Barça TV. “Sono felice e orgoglioso di far parte di una squadra che ha vinto tutto,” ha spiegato.

Grandi personaggi
Quando è stato chiaro che avrebbe lasciato il Liverpool, nel corso dell’estate, Mascherano non aveva nascosto che la sua destinazione favorita sarebbe stato il Barcellona, e adesso che il passaggio si sta realizzando (l’intervista risale al 28 agosto, NdT) ne parla apertamente. “E’ un sogno che diventa realtà per via di tutto ciò che implica,” ha spiegato. “Dopo tutto quel che ho fatto negli ultimi anni, è meraviglioso che stia succedendo, ma sono contento soprattutto di poter giocare per un grande Club fatto di grandi personaggi.”

Essere utile

Arrivando al Camp Nou, l’ex giocatore anche del West Ham (e di Corinthinas e River Plate, uscito dalla scuola calcio ‘Renato Cesarini’, NdT) ha dimostrato di avere grande voglia di giocare e vincere, ma innanzitutto di impegnarsi per essere titolare. “Come d’altra parte ho sempre fatto nelle squadre in cui sono stato, darò tutto e cercherò di essere utile come posso,” ha aggiunto. “Voglio ambientarmi il più in fretta possibile.”

servizio dal sito ufficiale del Barcellona
http://www.fcbarcelona.com/web/english/noticies/futbol/temporada10-11/08/28/n100828112600.html

Rosell vuole continuare a vincere

Sandro Rosell si è goduto il suo primo trofeo da Presidente del Barcellona dopo che la squadra diretta da Pep Guardiola, sabato, ha rimontato il Siviglia confermandosi campione della Supercoppa di Spagna

Il nuovo numero uno del Camp Nou si trovava nel box presidenziale mentre Lionel Messi metteva a segno una tripletta nel corso della vittoria per 4-0 ma al termine dell’incontro è riuscito a scendere in campo per prendere parte ai festeggiamenti.

Una grande squadra

“Sono davvero euforico e soddisfatto, ma soprattutto sono felice di vedere una squadra tanto forte,” ha detto. “Il primo tempo è stato spettacolare. Sono contentissimo di constatare che Guardiola e i suoi ragazzi continuano a fare così bene.”

Una sensazione positiva

Rosell non ha mai avuto dubbi che la squadra sarebbe riuscita a ribaltare il risultato dell’andata di Supercoppa, dopo che la settimana scorsa era stata sconfitta per 3-1. “Sentivo che saremmo stati capaci di rimontare e far nostra la Coppa,” ha spiegato. “Ho esultato esattamente come ogni altro tifoso.”

Nient’altro da chiedere

Dopo una serata di gloria come quella vissuta al Camp Nou il Presidente ha chiarito che tutto è andato bene. “A Pep non posso chiedere di più, e nemmeno ai giocatori e ai tifosi. Sono stati fantastici,” ha dichiarato. “Non avrebbe potuto andar meglio. Abbiamo un grande allenatore, grandi giocatori e grandi tifosi. Il pubblico ha letteralmente sospinto la squadra.”

Molto ottimista

Con uno sguardo all’imminente Trofeo Joan Gamper che sarà giocato mercoledì contro il Milan, il Presidente Rosell ha aggiunto: “Sono molto ottimista a riguardo, fiducioso. Il Gamper sarà un’occasione per celebrare il Barça.”

servizio di Aida Soriano per il sito ufficiale del Barcellona
http://www.fcbarcelona.com/web/english/noticies/futbol/temporada10-11/08/21/n100822112502.html